LA SICUREZZA DELL’ ACQUA NEGLI EDIFICI

___________________________

L’acqua costituisce per l’uomo una risorsa primaria e vitale e, per l’uomo comune del terzo millennio, l’opportunità di avere l’acqua in casa o a portata di utilizzo è l’avverarsi di un sogno che per millenni ha coltivato.

Gli odierni impianti di distribuzione a livello cittadino garantiscono una qualità dell’acqua di norma controllata e potabile, quindi dobbiamo assumere che l’acqua che ci viene consegnata in entrata dai vari enti distributori è adeguata agli standard di sicurezza nazionali ed internazionali.

L’acqua che viene erogata a livello periferico nei vari punti di erogazione di un edificio (Appartamenti, Alberghi, Palestre, Industrie, Uffici..etc.) circola attraverso l’impianto di distribuzione interno che di fatto può influire pesantemente sulla qualità del prodotto erogato.

Lo stato di esercizio e manutenzione di un impianto idrico condiziona in modo diretto la salubrità dell’acqua erogata nei punti di prelievo ed in particolare l’accumulo di incrostazioni all’interno delle tubazioni unito alla condizione di acqua stagnante in rami non continuamente utilizzati può generare situazioni di pericolo per la formazione di batteri pericolosi quali la Legionella ed altri.

La nostra organizzazione opera con molteplici sistemi per prevenire e debellare il pericolo di proliferazione del batterio nelle reti di distribuzione allo scopo di garantire il massimo grado di sicurezza per gli utenti utilizzatori finali ed in particolare è in grado di effettuare una gestione globale e programmata delle attività volte a garantire una costante monitorizzazione e sanificazione dei sistemi idrici anche complessi.

 

LEGIONELLA

___________________________

Il morbo del legionario, più comunemente conosciuto come Legionella, prende questo nome dal raduno “American Legion” una organizzazione di veterani delle forze militari statunitensi che si tenne nel 1976 in un Hotel di Philadelphia.
Infatti in questo raduno 221 persone contrassero questa polmonite che non era ancora conosciuta e ne morirono 34. Si scoprì successivamente che la malattia fu causata da un batterio che fu ritrovato nell’impianto di condizionamento dell’hotel.

 

  • La trasmissione non avviene da uomo a uomo in quanto non è stata scientificamente provata. La fonte di proliferazione del batterio è molto spesso nelle Unità di trattamento aria, nei serbatoi di acqua per uso domestico o industriale, torri di raffreddamento, tubazioni idriche generiche, piscine, docce e generalmente in tutte quelle strutture dove può verificarsi un ristagno di acqua.
  • La legionella riesce a sopravvivere con temperature comprese tra 5,5 °C e 55 °C, mentre la massima proliferazione si ha con temperature dell’acqua comprese tra 25°C e 41°C.Il microrganismo viene veicolato dalle minuscole particelle di acqua che possono essere trasportate dall’aria e inalato attraverso le vie respiratorie.
  • Le due sindromi più frequenti della Legionella sono: febbre di Pontiac e legionellosi.
  • La febbre di Pontiac è una forma a volte asintomatica che si risolve spontaneamente il più delle volte. Ha una incubazione di 24-48 ore e può manifestarsi con sintomi tipici di una comune influenza.
  • La legionellosi è una manifestazione più grave che si manifesta come una polmonite atipica.
  • L’incubazione varia dai 2 ai 10 giorni e porta un malessere generale con presenza di febbre , tosse, cefalea e altri sintomi. Nel 25% possono esserci insonnia, allucinazioni e/o delirio.
    Molto spesso vi sono compromissioni di altri organi quali ad esempio reni e fegato. Per queste problematiche è previsto il ricovero in ospedale.

 

ANALISI

___________________________

La nostra azienda, tramite la stretta collaborazione con numerosi laboratori del circuito “ACCREDIA” presenti sui territori operativi, è in grado di campionare l’acqua di qualsiasi impianto al fine di verificare l’eventuale presenza di legionella, la potabilità della stessa, la presenza di microrganismi potenzialmente dannosi per la salute, la durezza.

TRATTAMENTO ACQUA ANTILEGIONELLA

___________________________

I metodi di prevenzione e controllo della contaminazione da legionella del sistema della rete di distribuzione dell’acqua calda possono prevedere misure a breve e a lungo termine.

La nostra Divisione Acqua, avvalendosi di tecnologie all’avanguardia, sviluppate con i ns tecnici specialisti del settore, è in grado di offrire diverse soluzioni in base alle diverse tipologie di contaminazione rilevate:

  • Pulizia e disinfezione dei serbatoi dell’acqua(misure di prevenzione e contenimento)
  • Shock Termico(elevando la temperatura dell’acqua dai 70 agli 80°C per tre giorni consecutivi, garantisce massima efficacia nell’immediato.)
  • Microfiltrazione acqua(sistema localizzato, facile da installare ed efficiente, che richiede la sostituzione periodica dei filtri a causa del progressivo intasamento)
  • Sistemi di dosaggio a perossido di idrogeno(sistema con dosaggi compresi tra 1 e 3 mg/L) che consente di minimizzare la colonizzazione della legionella. Questa pratica inoltre è compatibile con gli standard qualitativi dell’acqua potabile, sia in termini di disinfettante residuo che come formazione di sottoprodotti, tanto da rendere l’acqua perfettamente utilizzabile da parte degli utenti e degli operatori.
  • Ultrafiltrazione del flusso d’acqua in entrata. Questo è un sistema innovativo di ultima generazione che si avvale di sistemi di filtri per eliminare la legionella in modo sicuro e semplice. Viene inserito in rete uno speciale filtro a membrana autopulente disponibile in diverse misure, secondo la grandezza dell’impianto. Questo sistema rivoluzionario dà la certezza assoluta che nessun elemento dalle dimensioni superiori a 0,03 micron riesce a transitare o posizionarsi all’interno delle tubazioni. Praticamente funge come barriera fisica per bloccare tutte le impurità (legionella, pseudomonas, biomassa, sabbia, fango, fibre di amianto..ecc.)nell’acqua. Il sistema di filtri può essere montato all’ingresso della rete idrica di un edificio, sull’acqua calda, oppure in prossimità delle singole utenze. È l’ultimo ritrovato per l’eliminazione continua e permanente del batterio Legionella da qualsiasi impianto

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

___________________________

Di seguito alcune normative di riferimento circa la prevenzione del batterio Legionella:

 

  • Linee guida Legionellosi del 7/05/2015 (Conferenza permanente Stato – Regioni).

Con questo documento si intende riunire ed integrare in un unico testo tutte le indicazioni riportate nelle precedenti linee guida nazionali normative ovvero:

 

  • Linee guida per la prevenzione della legionellosi, pubblicate in G.U. del 5 Maggio 2000.
  • Linee guida recanti indicazioni sulla legionellosi per i gestori di strutture turistiche-ricettive terminali (G.U. n.28 del 4 febbraio 2005).
  • Linee guida recanti indicazioni ai laboratori con attività di diagnosi microbiologicae controllo ambientale della legionellosi (G.U. n.29 del 5 febbraio 2005).

 

ACQUA

Società Unipersonale
P. IVA | C.F. 09547921008

SEDE LEGALE E OPERATIVA
Via Valentino Mazzola 18
00142 Roma

SEDI OPERATIVE

Milano – Via Selvagreca, 14 – 26900 Lodi

Vicenza – Via Zamenhof 817 – 36100 Vicenza

Taranto – Via Colombato Famosa, 1 – 74016 Massafra (TA)

Svizzera – Via Sottomontagna, 31 – 6512 Giubasco Bellinzona

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO GRATUITO

800 32 43 00

06 54 222 013

PARTNER E CERTIFICAZIONI