Vantaggi

Certificazioni, attestazioni, tempi di lavoro… il vantaggio di affidarsi a Indoor Ambiente.
stripes-mans

Affidarsi ad Indoor Ambiente vuol dire scegliere di portare nella vostra azienda vantaggi come:

  • Il rispetto della disposizioni di legge prevista dall’art. 63 del D.Lgs. 81/08 in materia di qualità dell’aria negli ambienti di lavoro, certificata da un nostro attestato.
  • la possibilità di certificare la qualità dell’aria prima e dopo il trattamento di pulizia, grazie alla collaborazione con specifici e qualificati laboratori di analisi esterni;
  • L’attestazione di pulizia ed igienizzazione eseguita in base a procedure NADCA ACR2006 certificato da un ASCS (Air System Cleaning Specialist).
  • Videoispezioni e campionamenti prima e dopo il trattamento con valutazioni qualitative delle condizioni dei condotti.
  • La possibilità di eseguire i lavori in orari adatti alla vostra azienda, anche di notte.
  • Lasciare il luogo dell’intervento pulito grazie alla perfezione della tecnologia Collom (R) e all’attenzione dei nostri operatori.

Operatore al lavoro nella pulizia delle condotteVi ricordiamo i vantaggi di una corretta manutenzione degli impianti di condizionamento, non sempre quantificabili in termini economici, quali:

  • Un risparmio sensibile nei consumi di forza elettromotrice: La corretta manutenzione del sistema dei canali di areazione consente di mantenere i valori originari della velocità dei motori di ventilazione. La scarsa manutenzione dei canali produrrebbe un aumento dei consumi di energia volti alla compensazione della riduzione del flusso d’aria.
  • La riduzione nel medio e lungo termine dei costi di manutenzione degli impianti: La corretta manutenzione riduce il degrado prodotto dall’accumulo dei depositi sui canali di areazione. Con la tecnologia Collom è possibile, grazie alla nebulizzazione di un prodotto brevettato battericida, ripristinare la pellicola protettiva della superficie d’isolamento dei condotti.
  • La garanzia di migliori condizioni igieniche dell’aria tali da escludere ogni possibilità d’infezione e disagio per il personale: E’ noto, infatti, che le fonti di maggiore inquinamento dell’aria vanno ricercati in gran parte in agenti provenienti dall’interno degli edifici (adesivi, moquette, rivestimenti, mobili, macchine fotocopiatrici, insetticidi, detergenti …), mentre solo in parte provengono dall’esterno. L’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – ha stimato che il 30% degli edifici di recente costruzione o ristrutturati, presentano problemi legati alla sindrome da edificio insalubre (SBS), con conseguenze sugli occupanti in termini di malessere generale, difficoltà di concentrazione ed assenteismo.
  • Il ripristino dei normali valori del microclima: Normalmente, tali valori sono alterati da depositi ed occlusioni all’interno dei condotti di areazione che riducono il flusso d’aria negli ambienti e ne compromettono la salubrità.

Lascia un Commento