Problematica




La qualità dell’aria negli ambienti chiusi

Sapete quanti funghi, polline, virus, polvere, batteri ecc. si annidano nelle vostre condotte d’aria causando disagi e danni alla vostra salute?

stripes-skycraper

Quello della qualità dell’aria negli ambienti chiusi, è un argomento di estrema attualità nell’ambito della protezione dei luoghi di lavoro. La materia è trattata negli ambienti accademici e in quelli di maggiore rilievo internazionale a causa della crescente preoccupazione e consapevolezza dei rischi connessi alla cattiva qualità dell’aria che respiriamo.

  • L’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) stima che il 30% delle persone ospitate in edifici non residenziali è colpito da forme di malessere.
  • Il N.E.M.I. (National Energy Management Institute) valuta che il 50% degli impianti di ventilazione sono insalubri e che circa il 70% dei locali pubblici (hotel, ristoranti, ecc.) presentano condizioni igieniche dell’aria interna assai degradate, a causa delle prevalenti condizioni di elevata umidità degli ambienti, che favoriscono la proliferazione di funghi e batteri all’interno delle condotte d’aria.

I danni derivanti dalla contaminazione dell’aria si riflettono sulla salute (asma, allergie, bronchiti e malessere generale) e sui materiali (sistemi di stoccaggio magnetico, metalli, tessuti, apparecchiature elettroniche)

Le principali cause di disagio

  • Scarso ricambio aria (48,3 %)
  • Contaminazione dall’interno (17,7 %)
  • Contaminazione dall’esterno (10,3 %)
  • Scarso controllo dell’umidità relativa (4,4 %)
  • Contaminazioni da materiali (3,4 %)
  • Altre cause (15,9 %)

Tale situazione ha fatto sì che le Istituzioni regolamentassero la materia con normative specifiche ed assai restrittive. Sul modello disciplinare della Comunità Europea e di Paesi extra europei, anche l’Italia ha definito le regole di manutenzione degli impianti di ventilazione e/o di condizionamento dell’aria.
La mancanza di tecnologia adeguata ed affidabile rendeva difficile provvedere in modo adeguato alla messa a norma degli impianti, secondo quanto disposto dal D.Lgs. 626/94.
Oggi, la nostra azienda è in grado di offrire una valida e definitiva risposta al problema:
la tecnologia Collom ®.

Collom ® è il sistema rivoluzionario per la bonifica, la decontaminazione ed il monitoraggio dei sistemi aeraulici.

Lascia un Commento